Vintage

il serratore

Consulta i vecchi numeri



dal numero 1 al numero 30

Cartoline d'epoca

J!Analytics

Successo per l’inaugurazione della mostra dedicata a Francesco Spadola PDF Stampa E-mail
Lunedì 16 Aprile 2012 21:09
Gli Amici del Castello riprendono  la loro attività. Presente alla manifestazione l’Assessore regionale on. Mario Caligiuri, che annuncia un finanziamento di 500 mila euro per il recupero del Quadrato a Schiavonea.

 Nonostante il vento sferzante e una pioggia insistente, in molti hanno voluto essere presenti, la sera di sabato 14 aprile, all’inaugurazione della mostra che “Gli Amici del Castello” hanno dedicato a Francesco Spadola, il fotografo-ambulante che negli anni compresi tra il 1885 e il 1891 fu attivo a Corigliano. A lui si devono le prime immagini della città e dei suoi abitanti, fortunosamente ritrovate e presentate, in un elegante allestimento, negli storici locali della rivista Il Serratore, in via principe Umberto nel centro storico.
 All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, l’on. Mario Caligiuri, assessore regionale alla Cultura, l’on. Giovanni Dima, il presidente dell’Associazione Corigliano per la Fotografia dott. Gaetano Gianzi, il responsabile di SEL in Calabria dott. Angelo Broccolo, il segretario comprensoriale CGIL Angelo Sposato, l’avv. Aldo Algieri, l’avv. Giovanni Leonetti, il dott. Giuseppe Policastri e tanti altri esponenti della politica e dell’associazionismo locali. Non tutti spinti ovviamente dall’amore per la fotografia d’epoca, ma sinceramente interessati alla “ripartenza” degli ”Amici del Castello” e alla ripresa delle pubblicazioni della rivista il Serratore (annunciata da Enzo Viteritti in suo discorso di benvenuto). In un centro storico stremato da vandalismi e abbandono politico, anche la nascita di un’associazione può rappresentare un timido segnale a cui aggrapparsi per cominciare a sperare in una inversione di tendenza.
L’Assessore Caligiuri, da parte sua, ha espresso un convinto gradimento per l’iniziativa, argomentando in un breve ma incisivo intervento, che senza cultura non è possibile alcun tentativo di ripresa civile e sociale non solo di Corigliano, ma dell’intera Calabria. Ha poi annunciato di aver firmato il provvedimento che assegna 500 mila euro a Corigliano per il completamento del recupero del Quadrato Compagna a Schiavonea, auspicando che i lavori vengano compiuti con la necessaria sollecitudine e nel contempo si  provveda ad un’ipotesi di gestione dell’importante complesso architettonico, per evitare ulteriori fenomeni di degrado.
L’Assessore ha poi voluto visitare la chiesa di San Pietro, ove è custodita la quattrocentesca tavola bizantineggiante detta “della Nuova Odigitria”, constatando ancora una volta la ricchezza del patrimonio d’arte di Corigliano e impegnandosi a dare tutto il suo aiuto per far uscire Corigliano da questo infelice momento della sua vita politica.