Vintage

il serratore

Consulta i vecchi numeri



dal numero 1 al numero 30

Cartoline d'epoca

J!Analytics

Carmine De Luca PDF Stampa E-mail

 

(Corigliano, 1943 – Pavia, 1997)

Nato il 25 febbraio 1943, studiò a Bari, dove si laureò nel 1969 presso la Facoltà di Magistero con una tesi su Plauto. Giornalista, studioso di letteratura per l’infanzia, fu scrittore sobrio e raffinato oltre che infaticabile curatore editoriale. E’ morto a Pavia, dove era ricoverato in attesa di un intervento chirurgico, il 6 dicembre 1997.

Inventore” di riviste e periodici ebbe un ruolo di rilievo nel rilancio di Riforma della Scuola, la più prestigiosa rivista italiana dedicata alla scuola e ai suoi problemi. A lui si deve anche la nascita di C’era due volte, la rivista nata sotto l’egida del Centro Studi Gianni Rodari di Orvieto. Tullio De Mauro, di cui fu amico e stretto collaboratore dalla metà degli anni Settanta, così ne scrive (dopo averne sottolineato l’impegno negli studi e nella ricerca, oltre che nella vita sociale e politica):“ Carmine De Luca aveva ancora due qualità: una, non comune, era una capacità di scrittura sobria, pulita, tersa, soda, qua e là velata di ironia. E poi, un bel pizzico di autoironia. L’ho già detto e non saprei non ripeterlo: appassionatamente serio in ciò che faceva e scriveva, non si prendeva mai sul serio, non montava mai a cavallo, né in cattedra, non metteva mai davanti la sua persona. Prima venivano le cosa da fare, da vivere. Entrava in punta di piedi nello spazio degli altri, quasi esitante, defilato per non disturbare, ma preciso e presente e quietamente efficace ogni volta che servisse”.

Tra il 1982 e il 1993 promosse la pubblicazione di numerose opere di Gianni Rodari presso gli Editori Riuniti di Roma, curandone le introduzioni o le note biografiche, spesso accompagnandole con le illustrazioni di Carmine Budetta, Gaetano Pedicini, Emanule Luzzati, artisti che gli furono amici per tutta la vita.

Tra le sue opere spicca il manuale Letteratura per l’infanzia (1995), scritto con Pino Boero, considerato ormai un classico del settore tanto da essere continuamente ristampato.

Altri saggi sono.

Parole in viaggio, Antologia in tre volumi per la scuola media, in collaborazione con Mario Di rienzo ed Eramnno Detti, Paravia, torino, 1989;

I giornalisti, Abramo editore, 1992,

La storia vera, Nuova versione rivista e riscritta del famoso saggio di Luciano di Samosata, Milano 1993;

Versi in classe, Tecniche per la comprensione del testo poetico, Roma 1994.

Nel 1998 è stato pubblicato, in edizione numerata e con i disegni di Cosimo Budetta, Alla ricerca dei giochi perduti, una raccolta di suoi “pezzi” dedicati ai giochi popolari coriglianesi apparsi sulla rivistaIl Serratore”.

La Fondazione a lui dedicata dopo la sua scomparsa, promossa dal Comune di Corigliano e dalla famiglia De Luca, ha pubblicato alcuni saggi notevoli per la comprensione della figura e dell’opera di Carmine De Luca:

Carmine De Luca, Adesso vi conto una storia… Raccolta di note critiche sulle fiabe italiane e internazionali, a cura di Giovanni Pistoia, Edizioni Il Serratore, Corigliano 1998;

La Letteratura per l’infanzia e la figura di Carmine De Luca, a cura di G. Pistoia, con disegni di Cosimo Budetta, Ediz. Il Serratore, Corigliano 2000;

Carmine De Luca, Meglio c’era due volte…, a cura di G. Pistoia, Fondazione C. De Luca, Corigliano 2005;

Giovanni Pistoia, Le fiabe di Carmine De Luca, I Quaderni della Fondazione C. De Luca, Corigliano 2007;

Carmine De Luca, Emanuele Luzzati, un giullare alla corte dei bambini, a cura di G. Pistoia, I Quaderni della Fondazione C. De Luca, Corigliano 2008.