Vintage

il serratore

Consulta i vecchi numeri



dal numero 1 al numero 30

Cartoline d'epoca

Chi è online

 42 visitatori online

J!Analytics

Le storie del Serratore/ Il carnevale a Corigliano nell’Ottocento PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Viteritti   
Domenica 12 Febbraio 2012 18:14
Il Carnevale è una festa di origini antichissime, di chiara matrice contadina. Si svolgeva con riti propiziatori che comportavano banchetti, danze, scherzi e travestimenti, spesso in un clima di trasgressione che causava problemi di ordine pubblico che furono all'origine di numerosi provvedimenti repressivi assunti dalle autorità per impedire comportamenti giudicati pericolosi o criminali. Di questi lontani riti non esistono testimonianze scritte. La situazione cambia attorno al 1860 quando a cortei mascherati improvvisati si sostituiscono eventi spettacolari organizzati dai signori del luogo o da apposite commissioni.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ Il carnevale a Corigliano nell’Ottocento
 
Le storie del Serratore/ Era la sera del 31 dicembre… PDF Stampa E-mail
Scritto da Luigi Patari   
Domenica 25 Dicembre 2011 09:26
Una grande festa al Garopoli per dare l’addio al 1884, quando il glorioso istituto aveva ancora la sua forte carica di simbolo culturale contro l’oscurantismo borbonico.

Un “veglione” di fine anno al Garopoli, nel 1884 con accenti patriottici e culturali. E’ questo che ci racconta Luigi Patari in una colorita cronaca di quel lontano avvenimento, che ci riporta ai tempi d’oro del glorioso Istituto, quando lo stesso era visto come il “simbolo” del riscatto sociale della nuova Corigliano italiana, rispetto all’oscurantismo borbonico. Ne riportiamo dei brani, tratti dal Popolano, dedicandoli a quanti si accaniscono contro la naturale destinazione della struttura a centro di vita culturale della città. E ciò proprio nell’anno in cui si è celebrato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ Era la sera del 31 dicembre…
 
Le storie del Serratore/ La prima “Alba Jazz” fu nel 1892 PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Viteritti   
Sabato 17 Dicembre 2011 12:20
Nell’estate di quell’anno la banda musicale cittadina fu invitata a suonare su una barca per accompagnare la cerimonia di inaugurazione di uno yacht del barone Compagna.

“Da un ponte di legno, appositamente costruito sulle acque scesero sulla lancia e via a bordo del vapore, seguiti dalla musica che, in un’altra lancia, effondeva sul limpido cobalto le note di allegre suonate, le quali a noi, sulla riva giungevano più del solito armoniose, quasi echi di un canto di sirene nuotanti fra le alghe del mare.” Sembra la descrizione di un momento di Alba Jazz, la fortunata manifestazione che per alcuni anni ha caratterizzato una brillante stagione culturale e turistica coriglianese. Gli ingredienti ci sono tutti: la musica da una barca, gli spettatori sulla riva, il sorgere del sole, il blu cobalto del mare di Schiavonea, ma i tempi sono diversi.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ La prima “Alba Jazz” fu nel 1892
 
Quel plesso è da trasferire? No, grazie! PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Viteritti   
Sabato 26 Novembre 2011 17:15
Gran movimento al Comune per trasferire gli alunni del plesso di San Francesco, nel centro storico. Cosa nasconde questo accanimento verso l’antico borgo? I genitori in stato di agitazione.


Dopo il Valente, il Garopoli, il castello (strutture coinvolte in ipotetici trasferimenti di uffici, biblioteche ed archivi) adesso è la volta dell’antico plesso scolastico di San Francesco, che per decenni ha ospitato generazioni di alunni coriglianesi. I genitori si sono dichiarati nettamente contrari ad ogni trasferimento e lo stesso dirigente scolastico, dott. Nicola Volpe, ha espresso perplessità sulle modalità fin qui seguite nei rapporti tra scuola e comune sulla delicata questione.
Leggi tutto: Quel plesso è da trasferire? No, grazie!
 
Le storie del Serratore/ Il castello non ha più la sua Madonna PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Viteritti   
Martedì 08 Novembre 2011 19:25
L’audace furto della “Madonna delle Rose” di Domenico Morelli nel 1996

A rubare la "Madonna delle Rose" di Domenico Morelli, custodito nel castello di Corigliano, ci avevano già provato il 6 novembre del 1992. Quella volta ai ladri era andata male, perchè la signora Rosanna Quadrelli, che ancora abitava nel castello, aveva dato tempestivamente l'allarme e il dipinto era stato ritrovato dopo alcune ore nascosto nei locali del "sotterraneo", in probabile attesa di essere poi portato via con comodo.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ Il castello non ha più la sua Madonna
 
Le storie del Serratore/ E un giorno Amelia se ne andò nel vento PDF Stampa E-mail
Scritto da Pino Marasco   
Martedì 01 Novembre 2011 16:38
L’11 febbraio 1996 è morta, suicida, a Roma, Amelia Rosselli, una delle più grandi poetesse italiane del Novecento. Aveva 66 anni ed era figlia di Carlo Rosselli, assassinato a Parigi dai fascisti nel 1937 con il fratello Carlo. Fu a Corigliano nel 1991, protagonista della manifestazione “Poesia e Musica”.

Amelia Rosselli non si è buttata dalla finestra sfracellandosi a terra. Nell'estremo suo cammino di passione, che le ha lacerato l'anima, è volata. Se ne è andata gridando "uffa" nel nodo di vento che lei stessa ha generato. Amelia Rosselli non si è abbandonata nel vuoto. E'andata incontro alla morte lasciandosi accompagnare dall'aria.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ E un giorno Amelia se ne andò nel vento
 
Le storie del Serratore/ Ricordo di Carlo Civico PDF Stampa E-mail
Scritto da Luigi De Luca   
Domenica 30 Ottobre 2011 11:04
Fu uno di quei “mastri” artigiani che fecero la storia dei mestieri coriglianesi. Morto a Roma all’età di 94 anni, collaborò ai primi numeri del Serratore.

Ancora qualche mese fa ho avuto bisogno di lui per certe mie ricerche di onomastica coriglianese. Ed egli, con la consueta lucidità e precisione, mi ha fornito preziose informazioni su un pezzo di storia locale ormai lontano e, per me, altrimenti irrecuperabile.  L'attaccamento al paese natìo era qualcosa di veramente straordinario in uno come lui che, dopo 50 anni di vita "romana" e "vaticana" (vissuta a contatto con tesori d'arte e di cultura tra i più importanti del mondo), ritrovava l'appagamento emotivo più pieno e intenso nel periodico (estivo) ritorno a Corigliano.
Leggi tutto: Le storie del Serratore/ Ricordo di Carlo Civico
 
Usciamo dal labirinto PDF Stampa E-mail
Scritto da Luigi Petrone   
Martedì 11 Ottobre 2011 12:37
Il dibattito sulla strada detta della Cavallarizza

Il problema viario nel Borgo antico è un “problema. Il reticolo viario interno del nostro borgo, come di tutti i borghi, è complesso, intricato, perché costruito a “passo d’uomo e di mulo”; è naturale che oggi ponga difficoltà. Però voler forzare questa natura, inevitabilmente conduce a una violenza del tessuto e della scena urbana che finirebbe per mutare proprio l’essenza del tessuto urbano. Ciò detto non è certo cosa semplice quale sia la “strada giusta” da prendere per ridare linfa vitale alla Città antica.
Leggi tutto: Usciamo dal labirinto
 
Una raccolta di firme per bloccare la strada della Cavallerizza PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Viteritti   
Domenica 09 Ottobre 2011 08:57
Con legge n. 15 del 2008, la Regione Calabria aveva concesso al Comune di Corigliano un contributo di quasi tre milioni di euro per dar sfogo e sicurezza alla viabilità circostante alla zona del castello ducale. La soluzione ipotizzata dalla giunta Straface, quella cioè di sventrare il pianoro detto della Cavallarizza, posto ai piedi del torrione del castello, onde realizzare una modesta strada di collegamento tra due stradine interne del centro storico non rispondeva affatto all’esigenza per cui era stato adottato il provvedimento regionale.
Leggi tutto: Una raccolta di firme per bloccare la strada della Cavallerizza
 
La strada della Cavallarizza (se mai si farà) non risolverà il problema dell’accesso al centro storico PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Sabato 24 Settembre 2011 13:40
Gli Amici del Castello, in un documento rivolto alla cittadinanza e ai Commissari, avanzano proposte su alcuni dei problemi più urgenti del centro storico cittadino, da Palazzo Bianchi, al Valente, al Garopoli.

In un centro storico come quello di Corigliano, uno dei possibili settori di intervento per una rinascita è rappresentato una diffusa immissione di funzioni culturali e sociali che ridiano tono e vigore alla comunità, favorendo scambi umani e sociali, movimentando persone e infine sviluppando il turismo collegato alla cultura e alle opere d’arte.
Leggi tutto: La strada della Cavallarizza (se mai si farà) non risolverà il problema dell’accesso al centro storico
 
Un ateniese di Turi alla ricerca di Sibari PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Mercoledì 14 Settembre 2011 18:58
Il romanzo storico di Emanuele Greco, “Il Mantello della Sosandra”, edizioni TORED, sarà presentato a Corigliano il 15 settembre 2011. All’incontro parteciperanno autorevoli studiosi e protagonisti della politica regionale.

Sibari sorse verso la fine dell’ottavo secolo a.C. nella piana che poi prese il suo nome, presso la confluenza dei fiumi Crati e Coscile. La fertilità del sito la rese ricca e potente, mentre i suoi costumi lussuriosi suscitavano invidia e meraviglia in ogni parte del mondo d’allora. Troppa invidia e molti nemici. Nel 510 a.C. fu saccheggiata, devastata, e da ultimo inondata dalle acque del Crati. Praticamente, rasa al suolo. Ma la sua sorte peggiore fu forse l’oblio a cui la condannò la Turi periclea che nel 443 a.C. sorse sulle sue ceneri.
Leggi tutto: Un ateniese di Turi alla ricerca di Sibari
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 5